Soluzione: capitolo 3

L'OCCHIO DI INNOS:

A. Ritorno a Khorinis:
Al vostro ritorno, l'accoglienza non sarà delle più calorose. Al cancello del passo della valle troverete le due guardie morte e un Cercatore in attesa. Eliminate il Cercatore, e verrete avvicinati da Lester, che vi fornirà una runa di teletrasporto per la torre di Xardas, invitandovi ad andare a parlare con il negromante, che ha delle informazioni per voi. Frugate i cadaveri delle due guardie per trovare una runa di teletrasporto per il passo della valle.
Prima di recarvi alla torre di Xardas, ecco l'attuale situazione dell'isola: i principali sentieri sono presidiati dai Cercatori, che vi attaccheranno a vista, e nuovi mostri hanno invaso l'isola, tra i quali i potenti draghi squartatori e i warg. Quando vi avvicinerete a un Cercatore, esso vi parlerà e cercherà di maledirvi; se ci riuscirà, non potrete dormire o pregare Innos fino a quando non berrete una pozione di cura dalla possessione, che potrete comprare da Pyrokary, nel monastero dei Maghi del Fuoco. Cercate di utilizzare al meglio le rune di teletrasporto in vostro possesso se volete ridurre gli scontri, ma comunque un po' di punti esperienza extra non fanno mai male, vero?
Teletrasportatevi dunque alla torre di Xardas, parlate con il negromante per ottenere altre informazioni sulle mosse del misterioso nemico fronteggiato, ditegli che avete la prova dell'esistenza dei draghi, e rimettetevi in viaggio verso Khorinis per portare a Lord Hagen la prova ottenuta.
Sulla strada per Khorinis troverete la fattoria di Lobart (punto 2 della mappa dell'isola), il quale vi chiederà di aiutare la moglie Hilda; parlate con Hilda ed essa vi dirà di recarvi da Vatras per prendere la medicina che le serve. Non vi rimane che andare da Vatras (punto 9 della mappa di Khorinis) e ritirare la medicina, e riportarla infine a Hilda.
Sempre alla fattoria di Lobart, Maleth vi chiederà (ma solo se siete un mercenario) di recuperare il suo bastone da passeggio, perduto da qualche parte mentre era ubriaco. Troverete il bastone vicino al cerchio di pietre dietro la fattoria di Lobart, protetto da una bestia d'ombra. In cambio del bastone, Maleth vi racconterà di aver visto alcuni briganti trasportare dell'oro nel bosco dall'altra parte del sentiero, a ovest della fattoria di Lobart. Troverete i briganti in questione nell'unica caverna del bosco, in fondo alla gola che si apre ad ovest, e potrete recuperare un discreto gruzzoletto, ma solo dopo che avrete parlato con Maleth. Ma basta perdere tempo per strada, è tempo di recarvi da Lord Hagen.

B. Una città in tumulto:
Molte cose sono cambiate a Khorinis da quando siete partiti, e troverete una città un po' diversa da quanto ricordavate. Innanzitutto, Bennet, il fabbro dei mercenari, è stato incarcerato per aver assassinato un paladino; ovviamente, i mercenari non hanno preso bene la notizia, e si teme un attacco imminente. Nuove merci sono disponibili presso i mercanti, e nuove missioni sono sparse per la città.
Per prima cosa, recatevi da Lord Hagen e consegnategli la prova ottenuta da Garond. In cambio, otterrete una lettera per Pyrokar, il capo dei Maghi del Fuoco, l'accesso al monastero e una runa di teletrasporto per la città di Khorinis.
Al cancello sud della città (punto 3 della mappa di Khorinis) troverete Diego, che vi chiederà di recuperare la sua sacca d'oro, nascosta nella Valle delle Miniere. Se avete seguito i miei consigli, avrete già con voi l'oro di Diego, altrimenti dovrete tornare al punto 1 della mappa della Valle delle Miniere, nella piccola valle dopo il passo, e recuperare la sacca in questione. Consegnate l'oro a Diego, ed egli vi chiederà di consegnare une lettera a Gerbrandt. Niente di più facile: troverete Gerbrandt davanti alla prima casa a destra nei quartieri alti. Consegnate la lettera a Gerbrandt, ed egli lascerà presto la casa, che diventerà proprietà del vostro amico Diego. Tornate da Diego per la ricompensa. Inoltre, da questo momento Diego potrà aumentare il vostro punteggio di destrezza fino a un massimo di 100.
Gritta (punto 8 della mappa di Khorinis) è spaventata a morte dai Cercatori che vagano per l'isola. Se sarete stati gentili con lei in precedenza pagando il suo debito, le vostre parole basteranno a rassicurarla per qualche punto esperienza extra.
Da Lutero (punto 23 della mappa di Khorinis) potrete depositare gli artigli del capo branco degli squartatori recuperati nello scorso capitolo del gioco (vedi la sezione 2E per maggiori dettagli).
Hanna (punto 11 della mappa di Khorinis) vi chiederà di recuperare un documento che ha venduto per sbaglio al cartografo Brahim. Andate da Brahim (punto 19 della mappa di Khorinis), ed egli vi parlerà di una vecchia mappa di cui è venuto in possesso. Comprate la vecchia mappa e riportatela a Hanna per una ricompensa, tanto a voi non serve a niente.
Infine, se fate parte della gilda dei ladri di Khorinis, potrete parlare con Jesper (nelle fogne della città) e ottenere la chiave per la porta del deposito dei ladri, dove si trova uno scrigno dalla serratura quasi impenetrabile. Armatevi di grimaldello e pazienza, e riuscirete ad aprire questo scrigno, contenente il tesoro di Finger (chi se lo ricorda dai tempi di Gothic? Era il vostro primo maestro di furto a Campo Vecchio).
Ora non vi rimane che recarvi al monastero dei Maghi del Fuoco per parlare con Pyrokar, dell'assassinio del paladino e di Bennet ci occuperemo più tardi, nella sezione XXX della soluzione.

C. La ricerca dell'Occhio di Innos:
Durante il tragitto verso il monastero dei Maghi del Fuoco, fermatevi alla fattoria di Akil, dove un paio di nuove missioni si sono rese disponibili. Parlando con Ehnim potrete insistere per comprare del grasso di ratto talpa, con il quale potrete smuovere l'argano nella caverna a ovest del Circolo del Sole (punto 16 della mappa dell'isola). Dentro la caverna troverete un discreto bottino e un diario, che potrete leggere per ottenere poi altri punti esperienza extra parlando con Vino, alla fattoria di Lobart (punto 2 della mappa dell'isola). Akil si lamenterà invece dei furti di bestiame avvenuti negli ultimi giorni. Per trovare i colpevoli, recatevi nella caverna dove in precedenza avevate trovato i briganti che avevano rapinato Hakon, nel bosco a ovest della fattoria di Akil. Eliminate i briganti e tornate da Akil per una ricompensa.
Lasciate la fattoria di Akil, e fermatevi all'Arpia Morta, dove potrete comprare una runa di teletrasporto per la locanda. E ora correte al monastero, dove i Maghi del Fuoco vi stanno aspettando!
Una volta al monastero, andate a parlare con Pyrokar, in chiesa, e riferitegli la situazione della Valle delle Miniere, consegnandogli il messaggio affidatovi da Lord Hagen. I Maghi del Fuoco sarebbero ben lieti di consegnarvi l'Occhio di Innos, ma, naturalmente, qualcosa è andato storto: Pedro, il vecchio guardiano del cancello del monastero, è stato corrotto dal male e ha rubato il prezioso artefatto sacro, facendo perdere le sue tracce. Molti novizi sono partiti al suo inseguimento, ma non è ancora giunta alcuna notizia. Toccherà a voi ritrovare l'Occhio di Innos dal fuggitivo Pedro.
Prima di partire all'inseguimento, ci sono alcune nuove missioni da compiere nel monastero. Oltre alle missioni descritte nella sezione 1P (che, se siete dei maghi, avrete probabilmente già risolto), altri problemi sono sorti nel frattempo.
Babo vi chiederà aiuto per ritrovare dei misteriosi documenti con i quali Igoraz lo sta ricattando. Parlando con Igoraz potrete comprare da lui la chiave del forziere dove sono custoditi i documenti, oppure rubarla; il forziere si trova nella stanza centrale del porticato di sinistra. Riportate i documenti a Babo per una ricompensa, oppure leggeteli e ricattate voi stessi Babo, a seconda del vostro codice morale.
Parlando con Opolos, invece, potrete riferirgli tutte le notizie apprese finora, ottenendo comodi punti esperienza extra.
Infine, Hyglas, nella biblioteca del monastero (chiedete la chiave a Parlan, ma solo se siete dei paladini), vi chiederà di portargli il libro "Il potere divino delle stelle", che potrete comprare a Khorinis, da Zuris o da Costantino. Tornate da Hyglas per la ricompensa, ma non chiedete del denaro in cambio, o la missione fallirà.
Se siete dei paladini, Ulthar vi chiederà di purificare 7 santuari di Innos che sono stati sconsacrati dai Cercatori. Gorax potrà fornirvi la mappa dei santuari, mentre dovrete cercare una statua di Innos per poterli purificare. I santuari in questione sono: quello vicino alla fattoria di Lobart (punto 2 della mappa dell'isola), quello sull'altopiano della fattoria di Bengar (punto 8 della mappa dell'isola), quello vicino alla tana dei razziatori dei campi alla fattoria di Onar, quello fuori dalla caverna di Sagitta, a nord-ovest della fattoria di Onar, quello sulla strada a nord-est della locanda Arpia Morta, prima del tornante, continuando per quel sentiero, quello dopo il ponte, sulla strada di sinistra, e quello prima della caverna del troll oscuro (vicino al lago a nord-est del monastero). Una volta purificati i 7 santuari in questione, tornate da Ulthar per la vostra ricompensa.
Se, invece, siete dei mercenari, Serpentes vi chiederà di condurre Salandril al cospetto dell'Alto Concilio. Tornate a Khorinis e parlate con Salandril, il quale vi attaccherà. Stendetelo e tornate da Serpentes per la ricompensa.
E' tempo di metterci sulle tracce di Pedro. Uscite dal monastero e parlate con Jorgen oltre il ponte, il quale vi dirà di aver visto un novizio buttarsi in acqua e nuotare verso est. Fate lo stesso e nuotate lungo il corso del fiume fino a quando non potrete uscire dall'acqua alla prima spiaggia sulla destra. Qui incontrerete un vagabondo, che vi dirà di aver visto un novizio correre su per il tornante, lungo il sentiero. Seguite dunque il sentiero verso est, salite il tornante, superate il ponte, e al bivio prendete il sentiero di sinistra. A breve dovreste cominciare a incontrare i cadaveri dei novizi che stavano inseguendo Pedro. Ok, siete sulla strada giusta. Proseguite seguendo il sentiero, prendete il bivio di sinistra quando arriverete al lago, e arriverete al campo del cacciatore Grimbald. Chiedetegli informazioni, ed egli vi avvertirà dei due briganti che vi aspettano poco più a ovest, sotto l'arco di pietra. Eliminate i briganti e proseguite lungo il sentiero, verso ovest, fino a quando non vedrete un cerchio di pietre in mezzo al bosco sulla destra (punto 16 della mappa dell'isola); questo è il famoso Circolo del Sole, luogo di forte potere magico. Purtroppo per voi, l'intera zona sembra brulicare di Cercatori, intenti in qualche inquietante rito malvagio. Eliminate i Cercatori, ma quando arriverete al Circolo del Sole scoprirete che siete arrivati troppo tardi: l'Occhio di Innos è stato infranto, e i suoi poteri perduti. Prendete i resto dell'Occhio di Innos e tornare al monastero utilizzando la runa di teletrasporto che vi ha precedentemente consegnato Pyrokar. Dietro il Circolo del Sole troverete anche la balestra di Dragomir (vedi la sezione 1L per maggiori dettagli).

D. Riparare l'Occhio di Innos:
Parlate con Pyrokar, che vi dirà di chiedere a Vatras se è possibile riparare l'Occhio di Innos. Prima di andare in città, parlate con Karras, nella biblioteca del monastero, per altri punti esperienza extra. Teletrasportatevi a Khorinis e parlate con Vatras (punto 9 della mappa di Khorinis), il quale vi spiegherà che dovrete prima riparare l'Occhio di Innos, e poi ricaricarlo attraverso un rituale magico nel quale dovranno prendere parte i maghi dei tre ordini (Innos, Adanos e Beliar). In questa sezione ci occuperemo di riparare l'Occhio di Innos, a ricaricarlo ci penseremo nella prossima.
Parlando con gli artigiani di Khorinis, verrete a sapere che nessuno in città è in grado di riparare un artefatto così elaborato come l'Occhio di Innos. Nessuno in città, ma qualcun altro sì: Bennet, il fabbro dei mercenari, che al momento giace in carcere accusato dell'assassinio del paladino Lothar. Ebbene sì, tocca proprio a voi scagionare Bennet e salvare così Khorinis dall'ira dei mercenari.
Recatevi alla fattoria di Onar, parlate con Lee, e chiedetegli informazioni su Bennet e sull'assassinio di cui è accusato. Lee vi fornirà una runa di teletrasporto per la fattoria di Onar, dei punti esperienza se avete liberato Gorn (ne otterrete altri da Gorn stesso, che troverete nella fattoria), e un'armatura da mercenario pesante nel caso siate mercenari. Otterrete altre informazioni da Hodges, l'apprendista di Bennet che troverete alla fucina della fattoria. Lee vi dirà di contattare Lares in città per avere informazioni più dettagliate sulla situazione attuale, ma prima di partire per Khorinis ci sono un po' di missioni che potete svolgere per dei punti esperienza extra.
Wolf potrà insegnarvi a rimuovere le scaglie di scavaragno; se glie ne porterete 10, potrà fabbricarvi un'armatura di scaglie di scavaragno, ma solo se siete un mercenario.
Buster si offrirà di comprarvi a ottimo prezzo i corni di bestia d'ombra, ma solo se avrete imparato l'abilità necessaria per estrarli, che egli stesso potrà insegnarvi.
Torlof vi chiederà di eliminare il Cercatore di guardia al campo dei briganti, sulla rocca a sud-ovest dalla fattoria di Onar (punto 11 della mappa dell'isola). Troverete il Cercatore in questione vicino al ponte. Tornate da Torlof per la ricompensa.
Di fronte alla fattoria di Sekob (punto 9 della mappa dell'isola) troverete tutti gli abitanti riuniti. Parlate con Sekob, ed egli vi dirà che quattro Cercatori hanno invaso la sua fattoria, apparentemente in cerca di qualcosa. Ripulite la fattoria di Sekob, e tornate a reclamare la vostra ricompensa.
Alla fattoria di Bengar (punto 8 della mappa dell'isola) troverete solamente il proprietario, che vi chiederà di trovare qualcuno che lo aiuti. Tornate alla fattoria di Onar e chiedete aiuto a Wolf, il quale si offrirà di difendere la fattoria di Bengar per 800 monete d'oro (o 300, se siete dei mercenari). Pagate quanto richiesto e tornate da Bengar per la ricompensa. Ora recatevi nel tunnel sotterraneo che passa sotto il campo dei briganti (punto 11 della mappa dell'isola) e parlate con Malak, convincendolo a tornare alla fattoria di Bengar ora che la zona è sicura. Tornate ancora da Bengar per una seconda ricompensa.
Tornati a Khorinis, parlate con Lares, sulle banchine del porto. Ora recatevi nelle prigioni della caserma di Khorinis (punto 14 della mappa di Khorinis) e parlate con Bennet stesso, facendovi raccontare la sua versione dei fatti. Andate al municipio (punto 26 della mappa di Khorinis) e parlate con Lord Hagen, chiedendogli informazioni sui testimoni dell'omicidio. Salite al primo piano del municipio e parlate con Cornelius, scrivano del governatore e unico testimone oculare; insistete nell'interrogare minuziosamente Cornelius, e vi apparirà chiaro che sta mentendo. Ora vi serve solo una prova per convincere Lord Hagen. Se avete almeno 60 punti in destrezza potete borseggiare Cornelius e rubargli il suo diario, altrimenti potrete minacciarlo se siete mercenari, oppure convincerlo a vendervi il diario per 2000 monete d'oro. Nel caso decidiate di pagare, più tardi troverete Cornelius nella caverna dei briganti a metà strada tra la fattoria di Lobart e la torre di Xardas; potrete uccidere Cornelius e recuperare l'oro, e nessuno vi dirà niente.
Portate il diario di Cornelius a Lord Hagen, e dimostrerete così l'innocenza di Bennet. Ora non vi rimane che tornare alla fattoria di Onar e parlare con Lee e Bennet per la ricompensa.
Bennet si offrirà di riparare l'Occhio di Innos per voi; dovrete lasciarglielo in custodia e tornare il giorno successivo, e l'amuleto magico sarà finalmente riparato. Se siete dei mercenari, Bennet vi regalerà anche un'armatura da cacciatore di draghi leggera. Inoltre, per ringraziarvi di aver liberato Bennet, Thekla vi offrirà una porzione del suo stufato speciale. Ora non vi rimane che ricaricare l'Occhio di Innos, ma ne parleremo nella prossima sezione.
Liberato Bennet, se siete dei mercenari riceverete un'altra missione da parte di Lee: ottenere le prove della corruzione del giudice di Khorinis. Per completare questa missione dovrete recarvi a casa del giudice, nei quartieri alti della città (punto 25 della mappa di Khorinis), e cercare di guadagnarvi la sua fiducia. Per prima cosa, egli vi chiederà di rubare il martello consacrato dai sotterranei del monastero dei Maghi del Fuoco. Per fare ciò, dovrete utilizzare un incantesimo di Sonno sul guardiano Garwig (oppure stenderlo e utilizzare l'incantesimo Oblio). Il secondo incarico consisterà nel trovare alcuni prigionieri fuggiti. Per prima cosa, cercateli nella caverna dei briganti a metà strada tra la fattoria di Lobart e la torre di Xardas (dove si è andato a rifugiare anche Cornelius); parlate con i fuggitivi e uccideteli, recuperando un messaggio del loro capo. Ora recatevi alla locanda Arpia Morta e parlate con altri fuggitivi. Troverete l'ultimo fuggitivo a sud della fattoria di Onar, vicino a Cord. Parlate con Morgahard e, se volete uccidetelo; otterrete una lettera che attesta la complicità del giudice, che potrete portare a Lee come prova per incastrarlo, e ottenere così la vostra ricompensa. Tornate dal giudice e ditegli che lo avete incastrato, poi attaccatelo e uccidetelo (finitelo dopo averlo steso). Infine, parlate con il governatore, al primo piano del municipio di Khorinis (punto 26 della mappa di Khorinis), e rivelategli la colpevolezza del giudice per qualche punto esperienza extra.
Se siete paladini, invece, una volta liberato Bennet potrete finalmente essere ammessi all'ordine dei paladini. Parlate con Lord Hagen e ditegli che volete unirvi all'ordine: riceverete un'armatura da cavaliere e una spada a due mani da paladino. Parlate con Albrecth, nel municipio, per ottenere la vostra prima runa magica speciale da paladino. Ora che siete un paladino a tutti gli effetti, gli altri paladini saranno disposti ad allenarvi. In particolare, Girion vi insegnerà il combattimento con le armi a due mani, Cedric quello con le armi a una mano, Lord Hagen il combattimento con le armi a due mani ai livelli avanzati, Albrecth aumenterà il vostro mana e Ingmar la vostra forza. Per la destrezza potete sempre fare affidamento su Diego. Inoltre, potrete accedere alla nave dei paladini attraccata al porto per recuperare qualche oggetto a bordo.
Ora potete recarvi dal fabbro Harod (punto 6 della mappa di Khorinis) e comprare una spada di metallo magico per 2000 monete d'oro; visto che potrete comprarne una sola, scegliete attentamente se ne volete una a una mano o a due mani. Parlando con Marduk al monastero dei Maghi del Fuoco, imparerete come potenziare la vostra spada da paladino: pagando 5000 monete d'oro potrete potenziare la lama di metallo magico pregando al santuario di Innos del monastero, nell'ala sinistra del complesso.

E. Ricaricare l'Occhio di Innos:
Se avete parlato con Vatras (punto 9 della mappa di Khorinis), saprete già che per ricarica l'Occhio di Innos avrete bisogno di effettuare un rituale che unisca i poteri dei maghi dei tre ordini. Oltre alla presenza dei tre maghi, avrete bisogno di erba di palude e dell'Occhio di Innos riparato (vedi la sezione 3D per maggiori dettagli).
Dopo aver parlato con Vatras, tornate a parlare con Pyrokar, il quale si rifiuterà di collaborare con Xardas. Tornate da Xardas e spiegategli la situazione; Xardas accetterà di aiutarvi solamente se riterrà che siate abbastanza potenti, ovvero se indosserete l'armatura da cacciatore di draghi leggera (mercenario), l'armatura da cavaliere (paladino) o la veste del fuoco pesante (mago). Per ottenere tali armature, dovrete prima aver liberato Bennet (vedi la sezione 3D per maggiori dettagli). Una volta che sarete sufficientemente equipaggiati, Xardas vi consegnerà la chiave del forziere che si trova nella fattoria di Sekob (punto 9 della mappa dell'isola), dal quale dovrete recuperare un libro da portare a Pyrokar per dimostrare la buona fede del negromante. Fate come vi è stato detto, consegnate il libro a Pyrokar e parlate con Xardas, ottenendo infine la loro collaborazione. Recatevi al Circolo del Sole (punto 16 della mappa dell'isola) con l'Occhio di Innos riparato e tre erbe di palude (il rituale avrà luogo anche senza, ma riceverete meno punti esperienza), e parlate con Vatras per iniziare la cerimonia magica.
Ricaricato l'Occhio di Innos, Xardas vi incaricherà di trovare e uccidere i draghi della Valle delle Miniere, e Pyrokar vi insegnerà l'abilità "ricaricare l'Occhio di Innos", necessaria a ricaricare il prezioso artefatto dopo averlo utilizzato contro un drago, come vedremo più avanti. Bene, e anche il terzo capitolo è terminato. Vi aspetta una bella caccia al drago...