Combattimento, Crafting, Minimappa ed altro...

PC Games ha pubblicato una preview che tratta delle varie novità presenti in “Arcania: Gothic 4”, che si discostano in maniera anche decisa dai precedenti titoli Piranha Bytes. Principalmente le modifiche analizzate si incentrano attorno al combattimento, al sistema di crafting (creazione degli oggetti da parte dell'eroe) e la magia.

Appena ricevuta l'ultima versione preview del gioco, i redattori di PC Games si sono diretti verso la città dei maghi Toshoo, che si trova in cima ad un gigantesco albero al centro di una delle paludi di Argaan — l'isola principale di Arcania. A soltanto un paio di passi si trova il villaggio di Blackwater, nel quale si sono stabiliti alcuni mercanti per rifornire i maghi con le loro merci. Una delle quest più facili consiste nell'eliminazione un gruppo di Lurker e permette di accedere alla città. La prima cosa che salta all'attenzione — oltre al meraviglioso accompagnamento sonoro della zona — è una grande pietra di teletrasporto. Grazie a queste pietre è possibile spostarsi velocemente all'interno del mondo di gioco.

La minimappa che mostra l'intera isola di Argaan è inizialmente coperta dalla classica “fog of war”: una volta visitato un luogo, la nebbia si dirada ed è possibile visualizzare la cartina in tutti i dettagli, incluse le grotte. Un punto positivo: la mappa è molto più facile da raggiungere in termini di interfaccia. Inoltre è possibile aggiungere delle note personalizzabili sulla mappa o attivare la visualizzazione degli oggetti ed obiettivi delle quest attive.

Il sistema di combattimento ricorda quello già visto in “The Witcher”: è necessario cliccare nei momenti giusti per concatenare sequenze di colpi particolarmente efficaci. In base alle proprie abilità di combattimento è possibile concatenare fino a cinque mosse in una combo. In alternativa è anche possibile scatenare un colpo potente che sbilancia il proprio avversario (è sufficiente tenere premuto il pulsante di attacco). Focalizzare i propri attacchi su un bersaglio non è possibile, siccome i fendenti colpiscono automaticamente tutti gli avversari che capitano nel raggio dell'arma. Un ruolo particolarmente importante è dato ai movimenti del giocatore durante il combattimento: è costantemente necessario bloccare i colpi ed evitarli con agilità, tenendosi sempre in movimento per confondere i nemici. Il sistema di magia è paragonabile a quello di combattimento: è possibile ad esempio evocare magie più potenti tenendo premuto il tasto relativo per un tempo più lungo. Attraverso il miglioramento delle proprie abilità sarà poi possibile rendere più devastanti magie, come ad esempio la palla di fuoco.

L'armatura indossata influenza la velocità di movimento dell'eroe. Se si indossa una pesante corazza ci si muoverà in maniera molto più lenta e goffa rispetto a quando ci si mette un semplice abito di stoffa. Apparentemente, anche il tempo atmosferico influenzerà il passo dell'eroe, sebbene questo non si sia visto durante i test.

Mentre quindi il sistema di combattimento ha subito un lifting piuttosto importante, altre modifiche sostanziali sono state apportate anche al sistema di crafting: come in precedenza sarà sempre possibile adoperare la mola o il tavolo alchemico per creare o migliorare armi e pozioni. Tuttavia tali oggetti speciali avranno una funzione del tutto estetica: in realtà le procedure di crafting passano tutte attraverso il menu di gioco. Inoltre, non è più necessario apprendere le varie abilità di creazione degli oggetti. Sarà invece sufficiente trovare la ricetta relativa per poterla mettere subito in pratica. Tutto sommato ci saranno soltanto dieci abilità — tra cui il combattimento corpo a corpo, il tiro con l'arco e la magia. I punti abilità possono essere distribuiti direttamente, senza l'intercessione degli insegnanti e dei maestri.

Per quanto riguarda la trama del gioco, i redattori spiegano che il vecchio eroe senza nome è diventato re di Myrtana, con il nome di “Rhobar III”. L'obiettivo del nuovo regnante è di riunificare le sue terre, annettendo i regni separatisti e rimettendoli sotto il suo controllo, tra cui le due isole Feshyr ed Argaan. La storia del nuovo eroe inizia in maniera inusuale: questa volta non si soffre di amnesia, ma si lavora come pastore nelle colline dell'isola-tutorial Feshyr. Le tre missioni iniziali vertono attorno alla storia d'amore con Ivy e le richieste di suo padre. Dopo aver ottenuto la mano della propria adorata, questa esprime la volontà di vivere un'avventura prima del matrimonio. Ed infatti, all'orizzonte si scorge una nave militare...

I test di qualità di “Arcania: Gothic 4” sono in corso dall'ottobre del 2009, svolti da un team dedicato di dieci persone. JoWooD intende prevenire in tutti i modi un disastro come quello di “Gothic 3” in termini di bug. Una demo è prevista prima del rilascio del gioco. Alcuni marchi di fabbrica come i dialoghi rudi e senza mezzi termini sono intatti e sicuramente si faranno apprezzare dai fan di vecchia data. Arcania offre 4 livelli di difficoltà, tra cui il più difficile (chiamato “gotico”) disabilita forzatamente alcune funzioni come la minimappa.