Novità sul caso JoWooD

In base ad un articolo del Wirtschaftsblatt austriaco, ci sono alcune novità sulla bancarotta di JoWooD. Di seguito il contenuto dell'articolo:

Il produttore di videogiochi in bancarotta dovrà cercare di racimolare circa 5 milioni di euro per soddisfare le richieste dei creditori. La cifra è stata confermata da Helmut Platzgummer ed ammonta a circa il 20% del dovuto, pagabile in due anni. Al momento i debiti di JoWooD ammontano a circa 20 milioni di euro.

Alla ricerca di investitori
Anche JoWooD sta lavorando con tutte le forze al risanamento dell'azienda. Ieri ci sono state delle trattative con un potenziale investitore: “Sono state delle trattative con un'altra azienda del nostro campo. Un investitore strategico di questa natura sarebbe per noi la soluzione ideale”, ha confermato il portavoce di JoWooD Philipp Brock. Al momento ci sono varie trattative in corso con cinque parti interessate, tra cui anche investitori finanziari.

7 aprile come termine
Il tempo scorre per JoWooD. La corte fallimentare ha deciso che il 7 aprile sarà il termine ultimo per la consegna del piano di risanamento, per cui l'azienda dispone ancora di circa 2 mesi di tempo per trovare nuovi investitori. Un risanamento di questa natura sarebbe la scelta migliore: “Dubito fortemente che, nel caso di una liquidazione di JoWooD, i creditori otterrebbero più del 20 percento dei loro soldi” ha confermato Helmut Platzgummer.