Gamestar.de - Impressioni su Arcania dal GamesCom

Il seguito non ufficiale di "Gothic 3", Risen verrà pubblicato già a metà di ottobre. Il grande concorrente, "Arcania: a Gothic Tale" invece è stato da poco rinviato al 2010. Spellbound ha fatto il passo più lungo della gamba? JoWooD sta cercando di procedere cautamente? Gamestar.de ha dato un'occhiata al gioco durante il GamesCom. (Fonte originale)

Arcania screenshot

Il gioco inizia in un tipico mondo da Gothic: rigogliose foreste, pianure verdeggianti, una spiaggia pittoresca ed una città medievale che si staglia nella distanza. Della scelta cromatica estremamente saturata delle versioni preview non c'è più traccia. Al contrario, il gioco adotta una piacevole scelta di tonalità marroni, simile a quelle dei precedenti Gothic. Anche l'interfaccia è stata modificata: sul lato inferiore dello schermo si trovano dieci slot di accesso veloce, le tre barre per l'energia vitale, il mana e la resistenza, a destra invece si trova una minimappa. Quest'ultima può essere personalizzata con delle annotazioni e contiene indicazioni per tutte le missioni attive. Prima che i puristi di Gothic sobbalzino terrorizzati: tutti questi aiuti grafici possono essere disabilitati.

Arcania screenshot

Ci aggiriamo un po' e troviamo caverne, rovine e graziose capanne sulla spiaggia. Tutto modellato fino all'ultimo dettaglio. Gli scaffali sono pieni di pergamene e pozioni, il focolare crepita accogliente. Gli abitanti tuttavia sono ancora assenti: la stessa città costiera di Stewark è ancora del tutto disabitata. I PNG, quando implementati, avranno delle proprie routine quotidiane e reagiranno al sistema meteorologico dinamico, sebbene tutto questo rimanga per ora una promessa da parte degli sviluppatori.

Le differenze maggiori rispetto ai precedessori si trovano nel sistema di sviluppo del personaggio. Sebbene come sempre sia possibile acquisire esperienza risolvendo missioni e sconfiggendo nemici, all'aumento del livello si ottengono dei punti che è possibile sfruttare direttamente per apprendere nuove abilità senza l'ausilio di un insegnante. Soltanto nuove ricette per la creazione di pozioni devono essere apprese presso un alchimista.

Arcania screenshot

Sebbene volessimo subito gettarci a capofitto nel gioco, dopo averne assaporato l'intrigante atmosfera, Arcania era e rimane un gioco molto incompleto. Quando si incontrano delle creature (sanguimosche, granchi giganti e scheletri), l'intelligenza artificiale non funziona correttamente. Nei dialoghi (ancora senza doppiaggio) risultano molto fastidiosi alcuni piazzamenti di telecamera e delle missioni per ora non c'è traccia. Spellbound ha ancora moltissimo lavoro da fare. Ad ogni modo: l'impalcatura tecnica è decisamente convincente. Ora manca soltanto un buon gioco di ruolo che l'accompagni.

Traduzione in italiano di Lck.