GamesCom 2009: Anteprima di Arcania da World of Gothic

Philippe Louvet
Philippe Louvet.

(Fonte originale)

Alla fiera del videogioco GamesCom dal 19 al 23 Agosto a Colonia, il publisher JoWooD ha mostrato a porte chiuse la versione attuale di "Arcania: a Gothic Tale". Come è già stato annunciato, il gioco è stato spostato al 2010 ed ha ottenuto un budget maggiore di quello iniziale. Nella versione che ci dimostra il producer Philippe Louvet ancora non era stato integrato praticamente nessun PNG, sebbene il mondo fosse pressoché pronto per essere giocato. Alcuni mostri invece erano già stati inseriti. A giudicare quindi da questa situazione, lo spostamento nel 2010 è una decisione molto sensata, che probabilmente contribuirà a rendere Arcania un buon gioco.

Il mondo di Arcania è composto da due isole separate. Dopo alcune missioni tutorial ambientate sulla prima, si accede alla più grande delle due isole - Argaan - sulla quale si svolge praticamente l'intero gioco. Sarà anche l'unico punto in cui è presente una schermata di caricamento: Argaan stessa è suddivisa in cinque macro-zone, che vengono sbloccate sequenzialmente. Questo significa che sarà necessario completare una parte della questline principale in una particolare zona prima di poter accedere alla prossima. La motivazione alla base di questa scelta, è quella di rendere possibile una narrazione molto più densa. In "Gothic 3" al contrario, per il principio dell'Open-World, non era possibile prevedere la sequenza di azioni del giocatore e quindi tessere una trama coerente. Grazie al nuovo concetto invece è possibile condurre il giocatore in maniera ordinata attraverso la trama ed esporre una trama chiara e sensata. Quando si completa la parte di trama legata ad una zona dell'isola, questa viene "chiusa", per cui non è possibile tornare sui propri passi.

È stata confermata l'esistenza di cinque gilde per le quali il giocatore dovrà svolgere dei compiti, senza però potersi legare in maniera definitiva ad una di esse. Fazioni nelle quali sia possibile diventare un membro fisso vengono ancora considerate dai game designer. Tutte le gilde in ogni caso avranno delle proprie armature caratteristiche ed alcune peculiari abilità di crafting che non potranno essere apprese altrove. Per tutte le normali abilità, in Arcania non saranno più presenti degli insegnanti, ma sarà sufficiente distribuire i propri punti direttamente sulla scheda del personaggio. Nuotare ed arrampicarsi tuttavia non saranno presenti: questa decisione è dettata in primo luogo per motivi di gameplay, per evitare che il giocatore si avventuri in zone nelle quali non dovrebbe trovarsi in quel momento della storia.

Dal punto di vista della realizzazione del mondo, la versione presentata al GamesCom dà una ottima impressione. Come nei precedenti Gothic, tutto è realizzato con cura a mano. Ci saranno più ambienti molto variegati, tra i quali delle montagne innevate ed una grande palude. La maggior parte dell'isola sarà coperto da vegetazione simile a quella già vista a Khorinis e Myrtana - un'ambiente dunque verde e boscoso.

L'intelligenza artificiale - per quanto sia possibile valutarla in questo momento dello sviluppo - è notevole. In un combattimento di gruppo, l'eroe (che tra l'altro potete ammirare in uno screenshot pubblicato da poco) ha trovato pane per i suoi denti. Gli scheletri hanno accerchiato l'eroe, parando i suoi colpi con gli scudi.

Nelle città non tutte le case saranno accessibili. Siccome ci saranno meno centri abitati che in "Gothic 3", questi saranno in parte più grandi e con una densità di contenuti inferiore. La maggior parte delle abitazioni comunque saranno accessibili ed utilizzabili. Nella piccola città della "Cleaved Maiden", ad esempio, pressoché tutte le case sono abitate. Oltre a questo ci saranno ovviamente le classiche porte chiuse a chiave, che sarà possibile aprire grazie alla relativa chiave oppure alle proprie abilità da scassinatore. Sarà anche possibile apprendere le abilità da minatore per poter acquisire i materiali sfruttabili poi con le abilità da fabbro. Tra i materiali vengono elencati anche l'ossidiana. Vedremo per cosa sarà possibile usarla.

Per assicurare una buona atmosfera, saranno presenti delle rovine abbandonate. I designer di Spellbound si sono impegnati molto per integrarle credibilmente nel mondo. Seppure le rovine non abbiano nessun collegamento con la trama principale, la saga di Gothic vive dell'atmosfera, dei piccoli dettagli e dei riferimenti tra un gioco e l'altro.

È stata confermata inoltre la presenza di due tonalità di colorazione del gioco: una più satura e chiara per giocatori extra-europei ed una invece più scura per i fan europei. Nella versione per PC tutti gli aiuti su schermo come la minimappa, l'autopuntamento ed i testi d'aiuto saranno disabilitabili. Philippe la chiama "modalità hardcore". Le missioni potranno essere risolte senza problemi anche senza minimappa, siccome si eviteranno missioni sullo schema di molti MMORPG ("portami 10 pelli di lupo" con i relativi indicatori sulla minimappa). Nel caso ci siano comunque delle semplici missioni da fattorino, Philippe ci assicura che avranno un senso nell'economia della trama principale. Inoltre, sarà probabilmente possibile aggiungere annotazioni sulla mappa di gioco.

Arcania potrà solo trarre giovamento dello spostamento nel 2010. Si può sperare che il titolo sarà realizzato egregiamente e che sia il più possibile esente da bug al momento della pubblicazione. Sicuramente ci sono diverse scelte di gameplay che differenziano il gioco dai precedenti titoli della saga. Tuttavia, gli sforzi di Spellbound nel creare un grande mondo credibile con una buona storia ed una trama densa sono lodevoli.

Traduzione in italiano di Lck.