Bestiario - Squalo di palude

Squalo di palude

Gli squali di palude sono dei mostri molto antichi appartenenti al gruppo degli anellidi, una specie di vermi. Originariamente, i predecessori di questo mostro vivevano solo in acqua, ma l'evoluzione e la ricerca di cibo li ha portati a spostarsi anche sulla terra ferma, rendendoli, se così si può dire, degli anfibi.

I loro lunghi corpi segmentati sono ricoperti di numerose protuberanze, simili a delle piccole antenne, che gli permettono di percepire qualsiasi movimento in acqua, nell'aria o sul suolo a seconda del luogo dove il verme aspetta la sua prossima preda. Questi elementi sensibili hanno sostituito del tutto gli occhi dello squalo di palude. Sul dorso di queste creature si possono anche trovare dei piccoli corni, utili per difendersi contro qualsiasi attacco.

L'enorme bocca dello squalo di palude è costituita da un'insieme di tre mobili e potenti mascelle, ed è costellata di migliaia di piccoli denti aguzzi e mortali che possono spostarsi in diverse direzioni in modo che la vittima, una volta intrappolata nelle sue fauci, non possa più sfuggirgli.

Sottili, ma allo stesso tempo resistenti come un'armatura, le piastre di chitina ricoprono l'intero corpo degli squali di palude, rendendoli praticamente invulnerabili alle armi umane. Solo uomini dotati di grande forza, e armati di potenti e taglienti spade, possono riuscire a danneggiare questa armatura.

Non è difficile immaginare dove vivono gli squali di palude: nelle paludi! Cacciano spesso in acque poco profonde e riscaldate dal sole, nei pressi di banchi sabbiosi o di pantani dove possono facilmente passare inosservati e mimetizzarsi con l'ambiente. Le macchie boschive, inframmezzate da paludi poco estese, sono le zone che i viaggiatori non dovrebbe assolutamente frequentare, se non sono sicuri al 200% di poter scalfire la durissima corazza protettiva di questi mostri con le loro insignificanti armi.

Nonostante la fonte principale di cibo per questi vermi giganti siano le sanguimosche e ogni sorta di piccolo animale che vaga nelle paludi, gli umani possono facilmente diventare dei teneri e gustosi spuntini degli squali di palude. Una persona comune non ha i sensi talmente sviluppati da poter avvertire la presenza o l'approssimarsi del mostro: ad ogni passo, un'enorme bocca aperta e pronta ad ingoiare tutto può schizzare fuori dall'acqua o direttamente dal terreno fangoso sotto ai piedi. Bisognerà decidere istantaneamente, o si è morti.

Pertanto, gli squali di palude sono degli avversari molto temibili. Al di fuori del loro habitat non sono molto rapidi, ma i loro movimenti sono estremamente precisi e misurati al millimetro. Inesorabili come la stessa morte che portano con sé, possono nascondersi alla preda fino all'ultimo momento. Sfiancano le loro vittime fino a quando esse non riescono più a tenere il ritmo dello spaventoso incedere dello squalo di palude, poi sarà la fine...

Se un viaggiatore o cacciatore volesse cogliere di sorpresa uno squalo di palude, non dovrebbe avvicinarsi in maniera imprudente. Non è neanche saggio attaccarli con un'arma a distanza. Infatti, queste creature sono protette dalle frecce così come succede con le armi.

La magia potrebbe essere un'alternativa alle armi ma, se non si possiede la piena padronanza nelle arti magiche, non vale la pena provare a cacciarli. Inoltre, dopo essere stati avvistati dal mostro, si hanno a disposizione pochi attimi, dopodiché sarà ormai troppo tardi. Gli incantesimi poi non aiutano molto; sarebbe più conveniente utilizzare delle armi adatte per cercare di rompere la loro corazza di chitina "da vicino".

Grazie alla loro stazza e pericolosità, gli squali di palude sono straordinariamente apprezzati dai cacciatori esperti. Solo chi riesce a sconfiggere uno squalo di palude può essere considerato un vero guerriero.

Trofei

Scaglia scura di chitina: Elemento grezzo.


Tradotto in italiano da xardas66.