Anteprima di Arcania: A Gothic Tale da t-online.de

(Fonte originale)

04 agosto 2009. Gli ultimi anni non erano semplici per il publisher austriaco Jowood: gli ambiziosi progetti Gothic 3 e l'espansione Forsaken Gods, erano pieni di errori e privi di grandi contenuti. Jowood si separò dal programmatore Piranha Bytes. Ma presto si trovò un sostituto: gli esperti di strategia di Spellbound (Desperados 2), che adesso stanno lavorando con grinta alla conclusione di Arcania: A Gothic Tale - la continuazione non ufficiale di Gothic 3.

Il GDR, in programma per fine 2009, si muove nella tradizione dei predecessori però intende anche salpare per nuovi orizzonti. L'idea del gioco punta in due direzioni: si vuole attirare sia giocatori di ruolo di vecchia data, sia novizi in questo campo. Un complicato ponte tra tradizione e novità.

Isole conosciute

La storia di Arcania si basa sugli avvenimenti dei predecessori: Re Rhobar III governa il suo popolo in maniera brutale. Dopo uno spietato attentato ad un innocente villaggio di pescatori, l'obiettivo è chiaro: il regime deve essere distrutto. Si entra quindi nella persona di un alter ego senza nome che sfida il male. Il luogo in cui si svolgono i fatti sono le isole meridionali di Arcania. La storia comincia sulla piccola isola di Feshyr, dove si imparano le basi di gioco per l'avventura. Dopodiché l'eroe salpa verso l'isola principale, Argaan, dove lo aspetta la maggior parte delle missioni. Nuovi compiti per riempirsi le tasche di soldi, si trovano presso le cinque gilde: Maghi, Guerrieri, Cacciatori, Alchimisti e Mercanti lo aspettano con oltre 300 quest. Chi si limita a seguire la quest principale, sarà occupato, secondo il publisher, per oltre 30 ore. Se invece ci si occupa anche dei compiti secondari la durata complessiva del gioco può raggiungere le 80 fino alle 100 ore.

Combattimento e magie

Il nocciolo di Arcania è pur sempre un classico GDR: l'eroe accetta la sua missione, combatte contro orchi, animali selvaggi o altri mostri e si guadagna così punti esperienza. Con questi si migliorano le caratteristiche del personaggio. I combattimenti permetteranno però l'entrata in gioco anche dei principianti. Come in Diablo 2 o Sacred 2 basta un click per piazzare un colpo di spada. Dopo alcuni colpi la lama brilla di blu e se si clicca in quel momento si scatena una combinazione di colpi devastante. In particolare si notano le novità nel sistema di combattimento a distanza: arcieri allenati scoccano frecce con una raffica superiore a quella di una mitragliatrice. Con un semplice tasto si può attivare la mira automatica. In pratica chi mira da sé reca più danno al nemico. Però bisognerà aspettare la versione finale di questo sistema di combattimento semplificato per vedere se basterà anche ai fan della prima generazione. Oltre alle armi corpo a corpo, l'eroe può fare uso anche di magie e lanciare per esempio palle di fuoco. Questi attacchi infuocati si possono caricare, presupposta la capacità dell'eroe, tenendo premuto il tasto del mouse. Se l'eroe poi lancia questa sfera infuocata, questa appicca un incendio e colpisce tutti i nemici che si trovano nei pressi.

Ambiente vivo

La presentazione di Gothic 3 era piuttosto cupa. Arcania vuole portare più diversità nel gioco: specialmente sulla riva del mare il giocatore vedrà l'acqua turchese, le verdi corone degli alberi e raggi del sole che si muovono tra il fogliame. In altre regioni il giocatore troverà la classica atmosfera di Gothic, quel sentimento di permanente minaccia: il guerriero attraversa un'oscura e putrida palude e combatte contro scarafaggi enormi. Specialmente gli effetti atmosferici sono stati elaborati: un improvviso acquazzone crea pozzanghere lungo il sentiero. Piccoli rigagnoli scorrono giù dalla collina e si riversano in caverne sotterranee. Il tempo influisce pure sul comportamento degli abitanti. Di notte, quando fa buio e freddo, le persone si ritirano nelle loro case per paura degli animali feroci. Il giocatore può approfittare di questo comportamento con delle magie: con la magia della pioggia mette in fuga delle guardie che la detestano, per aggirarle inosservato.

Conclusione

Arcania vuole attirare nuovi giocatori ampliando la serie di Gothic con nuove, comode funzioni. Bisognerà vedere se i fan di Gothic saranno entusiasti di questi cambiamenti. Se Spellbound ce la fa a portare nel gioco ulteriori dettagli, questo gioco potrebbe diventare davvero entusiasmante. La serie non può certo permettersi un'altra ammucchiata di errori come in Gothic 3!

Traduzione in italiano di MystiQ.